10 febbraio 2019

Come ottimizzare i link interni

Avete mai pensato a quanto siano importanti i link interni nella struttura di un sito?
Una delle cose da fare, periodicamente, è la loro ottimizzazione per diversi motivi.

Prima di tutto i lettori trovando collegamenti ad altre pagine possono approfondire ciò che stanno leggendo e nel contempo vedrete aumentare le pagine visitate ad ogni sessione e ridotta la frequenza di rimbalzo.

Come ottimizzare i link interni


Cosa sono i link interni e come inserirli


I link interni sono i collegamenti ipertestuali che rimandano ad altre pagine o post del blog. Per rendere più piacevole la lettura del testo devono essere inseriti in maniera naturale nel post e, nello stesso tempo, incuriosire il lettore e spingerlo a cliccarli.

Come nel caso dei link esterni non è una buona prassi scrivere semplicemente "cliccate qui" oppure "leggi qui". Molto meglio scegliere un anchor text che aiuti l'indicizzazione di entrambi i post, quello che contiene il link e quello al quale il link interno rimanda.

Ad esempio, se sto scrivendo un post su Parigi e cosa vedere possono scrivere nel mio post:
"Di prima mattina ho visitato il Museo del Louvre spendendo oltre 5 ore ad ammirare le meravigliose opere che esposte". 
Metterò un link interno che rimandi a un mio post specifico su ciò che ho visto, inserendo il collegamento nelle parole "le meravigliose opere esposte".

La bravura di chi scrive un post si riconosce anche in questo, nella sua capacità di inserire link ad altri post che trattano argomenti simili o si ricollegano per qualche ragione al post stesso.

Se si riesce nel proprio intento i lettori rimarranno sul nostro sito per leggere approfondimenti, per saperne di più sull'argomento, per soddisfare una curiosità, per scoprire di più su chi scrive.

Se si utilizza la piattaforma Blogger questi link si inseriscono molto facilmente dall'editor di testo cliccando semplicemente "inserisci link" e poi nella finestra si inserisce l'url della pagina che si vuole aprire, nella stessa finestra o in una nuova.
Ovviamente, essendo un nostro link si lascia l'attributo dofollow, che esce di default, perché vogliamo che google registri la visita.

Altra cosa da verificare è che il nostro blog mostri i link di un colore differente rispetto al resto del testo della pagina, così i visitatori capiscono che le parole sono cliccabili.

Su Blogger si può cambiare il colore dei link, link cliccati e link al passaggio del mouse dalle impostazioni avanzate del tema. In molti temi non originali questo non è possibile, se non modificando il codice html.

Come ottimizzare i link interni


I link interni vanno ottimizzati seguendo alcune semplici regole:
  • anchor text pertinente
  • anchor text long tail
  • collegare pagine nuove a vecchi post
  • collegare post vecchi a quelli nuovi

Come ben vedete il lavoro di blogger non ha mai fine e non si limita a scrivere i post!
Ogni volta che si scrive un nuovo post, oltre a guardare alla SEO e alla qualità dei contenuti, occorre pensare a quali link interni inserire.

Più aumentano i nostri contenuti più sarà facile, o difficile dipende dai punti di vista, trovare contenuti pertinenti da linkare che siano pertinenti, ovvero con contenuti affini o con approfondimenti.

Come ho mostrato nell'esempio l'ideale è scegliere più parole come anchor text, ovvero come collegamento cliccabile, e non una singola parola. Questa cosa ammetto che non riesco sempre a metterla in pratica, anche se ci provo.
Altra cosa consigliabile è quella di inserire collegamenti ipertestuali da pagine ben posizionate, o con molte visite, verso altre pagine che vorremo fossero maggiormente lette.
Possiamo verificare quali pagine siano maggiormente viste dal nostro account su Google Analytics, come già avevo scritto è un tool essenziale da avere.

Questa cosa va fatta con molta attenzione, ovvero inserendo link verso post veramente attinenti e che diano un'esperienza di visita aggiuntiva.

1 commento:

  1. Molto molto interessante questo post! ;) Quindi se si riesce a sistemare bene i link all'interno dei post, cosa non facile per me, si riesce a tenere i lettori a lungo sul proprio sito e se ho capito bene questo piace molto al signor G. Mi sa che ho da rivedere qualche mio vecchio articolo! :)
    Buona domenica.
    Valentina

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.