23 settembre 2019

Cosa sono i sitelink e come vengono mostrati da Google

Sapete cosa sono i sitelink e come vengono mostrati da Google?

Per prima cosa sfatiamo la credenza che si noi possiamo creare i sitelink per il nostro blog/sito in modo che Google possa mostrarli nei risultati di ricerca.

O meglio, qualcosa possiamo fare dal lato SEO ma poi sarà sempre il motore di ricerca a scegliere se mostrare i sitelink e quali visualizzare.
Perciò diffidate da chi vi dice che può creare per voi i sitelink.

Cosa sono i sitelink e come vengono generati da Google


Cosa sono i sitelink?


I sitelink sono una serie di risultati che appaiono quando cerchiamo una parola o, meglio ancora un sito, sul motore di ricerca di Google.

Qui sotto metto uno screenshot per far capire di cosa parlo, sicuramente avete visto tanti sitelink ma non sapevate che si chiamassero in questo modo.

sitelink di amazon mostrato su google
Sitelink di Amazon

Nel caso di grandi siti, come quello di Amazon, verrà mostrato il sitelink, ovvero il link all'homepage del sito e alcuni link alle pagine che Google ritiene più importanti e più utile agli utenti.
In questo caso ciò che viene visualizzato mi sembra molto pertinente e che possa aiutare gli utenti a scegliere in quale pagine andare.

I sitelink hanno una struttura che possiamo definire ad albero perché dalla home si scende alle pagine interne.

Se questo è quello che vediamo su un grande portale da milioni di visite giornaliere, cosa vedremo se cercassimo un piccolo blog?

sitelink blog girovagando con stefania
Sitelink del mio blog di viaggi

Analizzando questo risultato si può vedere come il blog appaia con un sitelink e perciò sia considerato bene da Google. I link che si vedono rimandano ad alcune delle pagine interne del blog, nel tempo possono cambiare. Infatti, alcuni mesi fa ne comparivano altre.
Avendo il blog sulla piattaforma blogger le varie categorie del blog non vengono considerate pagine e così non appaiono come sitelink, questo mi dispiace.

I sitelink rappresentano la struttura interna del sito e su Blogger è differente rispetto a quello di altri CSM, tipo Wordpress.

Come Google mostra i sitelink


Se si leggono le linee guida di Google si capisce come scelgano di mostrare i sitelink.
In pratica mostrano i risultati che ritengono utili all'utente basandosi sulla struttura del sito, analizzati dai loro algoritmi.

Tutto questo processo è automatizzato ma non escludono che, in futuro, possano essere tenuti conto i suggerimenti dei webmaster.

Google consiglia di mettere nei link interni al sito delle anchor text informativi, brevi e senza ripetizioni.

Quali criteri utilizzano per i sitelink?


Non vengono svelati gli algoritmi ma i sitelink vengono generati tenuto conto di diversi fattori che possiamo immaginare:

  • PageRank del sito
  • volume di ricerche nelle quali appare il sito
  • keyword che ottengono maggiori accessi da Google
  • rapporto tra risultati e click sul sito
  • struttura del sito
  • link esterni e interni che rimandano alle sezioni del sito

sitelink vegolosi su google
Sitelink di sito di cucina vegana

Perché è importante avere un sitelink del proprio blog?


Sicuramente a livello visivo se qualcuno cerca il nostro blog e appaiono diverse sezioni lo aiutiamo a navigare già da subito nelle diverse sezioni.
Inoltre rafforziamo l'importanza del nostro brand e lo rendiamo più riconoscibile.

Si può aiutare Google a creare un sitelink per il nostro blog?

Google usa i suoi algoritmi e non possiamo influenzarlo direttamente ma possiamo creare una struttura nel blog che aiuti il motore di ricerca.

Chi ha aperto il blog da poco tempo non si deve preoccupare se ancora non vengono mostrati su Google Search i sitelink. L'importante è conoscere tutto sul blogging, o almeno il più possibile, ottimizzare il sito e aspettare che i risultati arrivino.

Ad esempio per questo mio blog, nato solo un anno fa e con ancora pochi post, ho già il sitelink su Google.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.