3 marzo 2019

Cosa fare periodicamente sul blog

Un blog non è un qualcosa di statico e immutato ma va sempre revisionato e tenuto aggiornato, perciò sono molte le cose da fare periodicamente.

Un blog deve essere considerato autorevole sia dai visitatori sia dai motori di ricerca perciò non dovrebbero esserci errori, sia nel testo sia durante la navigazione.

Se una pagina presenta errori evidenti, o non si apre, non è un buon biglietto da visita per gli utenti che possono scappare subito in cerca di un sito più performante.

Cosa fare periodicamente sul blog

Cosa fare periodicamente sul blog


Se il nostro blog, nel tempo, è cresciuto e ha tantissimi contenuti diverrà sempre più difficile fare modifiche al tema o al layout, servirebbero moltissime ore per risistemare tutto.
Perciò fin dall'inizio è bene costruire un sito che ci piace, che abbia il dominio di secondo livello, e che sia strutturato con un menù funzionale.

Le cose fondamentali da fare sono quelle di rendere il testo leggibile e ottimizzare le fotografie, operazioni da fare una volta e poi saranno valide per sempre.

Le cose, invece, da fare periodicamente sono:
  • scaricare una copia dei contenuti
  • revisionare i vecchi post
  • aggiornare il menù
  • aggiornare i tag visualizzati
  • controllare i link esterni
  • aggiungere link interni

Avevo già scritto dell'importanza di fare una copia del tema, prima di ogni modifica, e dei contenuti, per averli sempre per ogni evenienza. Non vorremo certo perdere tutto il nostro lavoro se per qualche ragione sparissero i contenuti online (attacco hacker, problemi della piattaforma)

I vecchi post andrebbero revisionati per controllare che le informazioni date siano sempre aggiornate. Capite però che questo diventa molto complicato quando si hanno tanti post.

Io, ad esempio, nel mio blog di viaggi scrivo gli orari di apertura dei musei o fornisco informazioni su come arrivare e muoversi in una destinazione, ma sono cose che, col tempo, possono variare e diventerebbe impossibile stare dietro a tutto.
Bisognerebbe controllare periodicamente almeno i post più visitati oppure, in alternativa, rimandare ai siti ufficiali per queste informazioni specifiche.

Quando aumentano i contenuti e si inizia a raccontare altro sarebbe opportuno modificare il menù per creare sotto menù, così da rendere più agevole la navigazione agli utenti. Con menù troppo generici diventa difficile, per chi arriva per la prima volta sul sito, riuscire a capire quali siano gli argomenti trattati se non si ha un menù ben fatto.

Molti non inseriscono i tag sul blog ritenendoli qualcosa di superato. Secondo me sono utili per quelle categorie che non si mettono nei menù, che sono un po' trasversali, ma che possono essere ricercate da chi arriva sul nostro blog. Perciò periodicamente si possono modificare o renderne visibili alcuni, nella sidebar o nel footer, per invogliare i visitatori a navigare in quelle categorie.

Altra cosa importante da fare è verificare che i link esterni che abbiamo sul blog funzionino. Non possiamo certo farlo uno a uno, perciò si può utilizzare un tool come Broken Link che, online e senza registrazione, fa questa verifica per noi.

Gli errori più frequenti riguardano i commenti lasciati degli utenti, che magari mettono un link che poi viene modificato dando errore 404 di pagina non trovata, oppure le pagine della privacy di siti terzi che abbiamo inserito nella nostra pagina della cookie policy.
A me è capitato di trovare errori su link che indirizzavano a pagine che poi sono state spostate o ne è stato modificato l'URL, senza fare il corretto reindirizzamento. In questo caso sono andata a cercare la pagina giusta e ho modificato il link in modo da non avere errori sul mio blog.

Periodicamente si può anche, mentre si fa la revisione dei vecchi post, aggiungere link interni per fare in modo che gli utenti siano spinti a cliccare su altri contenuti e non lascino il sito, diminuendo così la percentuale della frequenza di rimbalzo che si vede su analytics.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.